Seveso è testimonianza pratica: Tariffa Puntuale = differenziata oltre l’80%

Ottime notizie dalla Brianza: a Seveso il progetto dell’amministrazione comunale in collaborazione con Gelsia Ambiente, prima con un’iniziativa che ha coinvolto 8.000 persone e poi con l’estensione a tutta la città che ha circa 20.000 abitanti, ha dimostrato e confermato, ancora una volta di più, ed ora con un progetto all’attenzione della Regione Lombardia, che con la Tariffa Puntuale e l’applicazione quindi del principio “chi meno inquina, meno paga” si può portare la differenziata ad oltre l’80%, un risultato straordinario.

Risultati:

  • diminuzione del secco non riciclabile prodotto di circa il 50%
  • aumento della percentuale di differenziata del 15%, con un +14% per carta/cartone, +41% per il sacco giallo multi-leggero (plastica, acciaio, alluminio)
  • + 26% per l’organico (umido)

Rifiuti Zero Lombardia - Tariffa Puntuale a Seveso

Ci attendiamo che, grazie non ultimo alla “benedizione” di Regione Lombardia, questo caso di successo serva ad applicare il modello-Seveso anche in tutto il resto della regione dove la raccolta differenziata si attesta oggi intorno al 67%.

Nel lecchese siamo invece ostaggio di un generale immobilismo degli amministratori locali, con l’aggravante di una de-facto abdicazione al controllo di SILEA da parte dei comuni che ne sono collegialmente proprietari (n.b. quindi noi cittadini ne siamo i veri proprietari), un’azienda pubblica che promuove l’assurdo progetto di un teleriscaldamento che avrebbe necessità di bruciare nell’inceneritore di Valmadrera ancor più rifiuto indifferenziato di quanto oggi stia bruciando, con l’aggravante di doverlo addirittura importare trasportato da file di camion provenienti da altre zone d’Italia o dall’estero.

Uno schiaffo ai cittadini impegnati civilmente e diligentemente a differenziare i rifiuti, un’oltraggio ai comportamenti virtuosi ma anche al semplice buon senso, e soprattutto al rispetto della salute di quei cittadini che vivono nelle zone limitrofe su cui da anni ricadono le emissioni dell’inceneritore che aumenteranno considerevolmente, come dettaglieremo nelle prossime comunicazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...